Pubblicato il volume "Carta dei Suoli della provincia di Padova"

Dopo Venezia e Treviso, anche per Padova si è completato il progetto di rilevazione ed elaborazione dei dati e di realizzazione delle cartografie dei suoli. I risultati sono concretizzati nella pubblicazione del volume "Carta dei Suoli della Provincia di Padova". Il cofanetto contiene le sei cartografie previste dal progetto, il volume e il CD-ROM con tutti gli elaborati, in formato PDF.
Le copie saranno distribuite in forma gratuita, previa richiesta da effettuarsi ai Settori Ambiente-Ecologia oppure Pianificazione Territoriale e Urbanistica della Provincia di Padova.

L'importanza del suolo

Il suolo è lo strato attivo che ricopre, con una continuità interrotta solo da ghiacci, acque e rocce nude, le parti emerse della superficie terrestre e rappresenta il supporto di tutta l’attività degli esseri viventi all’interno degli ecosistemi terrestri.
Esso rappresenta la “pelle delle terra” attraverso la quale avvengono gli scambi di energia e materia tra la litosfera (sottosuolo) e gli altri comparti ambientali regolati mediante emissione o ritenzione di flussi e sostanze. L’energia e la materia in esso contenute vengono trasformate, tramite un laboratorio biologico estremamente differenziato e non ancora completamente conosciuto, costituito da una grande varietà di organismi, in forme utili a sostenere la vita.

Cartografia WebGIS

I sistemi WebGIS consentono di realizzare applicazioni che consentono all'utente di "interagire" con la cartografia, ottenendo informazioni sugli "oggetti" delle mappe e attivando, quando previsto, funzioni di analisi e calcolo. Rispetto ai più noti sistemi di navigazione disponibili in rete, efficacissimi per l'immediatezza e per la capacità di integrazione di informazioni generali, i sistemi WebGIS degli Enti sono orientati ad una maggiore specializzazione tematica e un diverso approccio cartografico, orientato al "locale" piuttosto che al "globale". 

L'evoluzione delle tecniche di produzione cartografica

Nell'arco di soli quindici anni, la metodologia di realizzazione degli elaborati cartografici si è evoluta in modo radicale. Con l'avvento dell'informatica, si è assistito ad un progressivo passaggio dalle organizzazione del progetto cartografico finalizzata alla produzione di un supporto cartaceo (disegnato a mano), ad una preponderante attenzione alle attività di produzione, messa a sistema e distribuzione della cosiddetta "informazione territoriale".

Progressivamente, si abbandona anche la via del disegno CAD, strutturato in livelli grafici, che per lungo tempo e' stato un sostituto informatizzato del disegno manuale, pratico, di facile approccio, ma ricco di effetti collaterali principalmente in termini di qualità geometrica e riusabilità dei materiali prodotti.

Nel nuovo paradigma, conseguente alla progessiva introduzione nel mercato di software GIS (Geographic Information System) e all'affermarsi delle strutture SIT (Sistemi Informativi Territoriali) negli Enti, la separazione della componente informativa (logica, concettuale e fisica), basata sulla disponibilità di potenti sistemi RDBMS (relational database management system), da quella applicativa, di presentazione e distribuzione dei dati, ha da un lato portato ad un miglioramento complessivo in termini di accuratezza ed affidabilità dei dati, ma ha anche ampliato la gamma delle potenzialità e degli ambiti di utilizzo delle tecnologie nella pianificazione e gestione del territorio.

Abbonamento a Carta dei suoli della provincia di Padova RSS